Sei qui: Home | Mediazione culturale
Mediazione culturale

Obiettivo di tale servizio, prima ancora che evidenziare o sanare conflitti culturali, è quello di favorire relazioni di incontro e di scoperta di diverse realtà culturali. Il servizio intende favorire la costruzione di ponti tra culture differenti, favorendo il superamento dei vari gap culturali.
Nell’ambito dei Punto Famiglia, la mediazione culturale, in un’accezione più ristretta, parte dalla prestazione di una serie di servizi in cui il Mediatore figura da ‘traduttore’ all’interno dei diversi contesti di servizio esistenti, per arrivare ad un’attività di mediazione vera e propria (in un’accezione più ampia), sviluppando un complesso di pratiche concrete di avvicinamento, negoziazione e facilitazione dei rapporti tra culture migranti e residenti.

Il servizio prevede la realizzazione di servizi quali: attività di prima accoglienza degli immigrati e dei richiedenti asilo; sostegno agli stranieri nel disbrigo di pratiche e raccolta di informazione sui loro diritti; attività di inserimento sociale dei minori; sostegno ad altri operatori dei Punto Famiglia nel rapporto con utenti stranieri; consulenza agli operatori dei Punto Famiglia per facilitare la risoluzione dei casi in cui sono coinvolti utenti stranieri. I mediatori fungeranno altresì da figure ponte per fare incontrare italiani e stranieri, organizzando iniziative ludico-ricreative volte alla conoscenza e
all’avvicinamento delle diverse culture (serate musicali, culinarie, di letteratura e poesie, ecc.), rendendo le famiglie stesse dirette protagoniste della loro reciproca conoscenza.