Sei qui: Home | Progetti Acli | Il Laboratorio Educativo Permanente (LEP)
Il Laboratorio Educativo Permanente (LEP)

Le ACLI tra le promotrici di una rete di associazioni che fonda il suo agire su un "Patto educativo".

Il Laboratorio educativo permanente (LEP) è una rete di organizzazioni impegnate nell’educazione extra-scolastica dei ragazzi e dei giovani, nata nel dicembre 2007, dopo un percorso di condivisione durato alcuni anni, a cui le Acli hanno da subito parecipato. Sono componenti del Lep: ACLI, Agesci, CISL, Centro Sportivo Italiano, Federazione Comunità Terapeutiche, Federazione Oratori Milanesi, Centro Oratori Romani, Fondazione Exodus e Azione Cattolica italiana.

Pur essendo da sempre impegnati nell’accompagnamento della crescita dei giovani cittadini, nel dialogo con queste importanti realtà del terzo settore ci siamo resi conto che oggi occorre dare nuova evidenza, culturale e politica, alla questione educativa.
L’idea di educazione che ci guida è basata sulle relazioni tra persone. Tutti noi sappiamo quanto siano stati determinanti per la nostra vita gli incontri con persone significative!
Per questo l’attenzione educativa che le Acli e il Lep esprimono, si fonda sulla sperimentazione dell’interazione con l’altro, del confronto, se necessario anche del conflitto in vista della creazione condivisa di qualcosa che non c’era, scoprendo l’insufficienza degli sguardi singoli e allenando alla fatica delle relazioni tra differenze.
Nella nostra società l’educazione pare un compito scandito a orari e giorni della settimana, dove la responsabilità è ora della famiglia, ora della scuola, dello sport o dell’associazione, generando diffidenze, deleghe ed anche accuse reciproche. La crescita è, invece, un processo complessivo, fatto di responsabilità intrecciate e quindi richiede di lavorare sulla costruzione di alleanze profonde e costruttive tra tutte le agenzie educative.
La complessità e l’urgenza dell’educazione nel tempo presente richiedono anche di sperimentare linguaggi nuovi nell’azione educativa delle associazioni, linguaggi e proposte che possano permettere agli adulti e ai giovani di appassionarsi nuovamente insieme - nelle reciproche differenze di ruoli e responsabilità - sul cammino dell’educazione umana e anche cristiana.
Le Acli intendono mantenere e rafforzare il proprio impegno su questo fronte anche nei prossimi anni, in comunione con la Chiesa italiana che ha individuato nell’educazione il tema degli orientamenti pastorali per il prossimo decennio.

Anche per questi motivi, tra le altre iniziative, il Lep, rappresentato dalle Acli nella persona della Vicepresidente Paola Vacchina, membro del Comitato Organizzatore, partecipa all’incontro nazionale sull’educazione “Educa”, che si svolge ogni anno a Rovereto (TN), e promuove “una riflessione su cosa significhi offrire strumenti per interpretare il pluralismo della società complessa e aiutare a trovare il senso della propria esistenza, del futuro da realizzare insieme agli altri, dell’appassionarsi per ciò che si ritiene fondamentale e anche della sofferenza e della fatica di crescere” . Quest’anno il tema dell’incontro, che si svolgerà dal 23 al 26 settembre, sarà il rapporto tra le generazioni: un tema questo particolarmente caro ed importante per un’associazione di adulti che camminano con i giovani, condividendo progetti e sogni, come le Acli!

Leggi il documento base

Per maggiori informazioni, visitare il sito ufficiale.