Sei qui: Home | Racconti dal territorio | Salerno riparte dalla family card
Salerno riparte dalla family card

Anche le Acli di Salerno al tavolo tecnico per stabilire i criteri di assegnazione

Family_card_salernoLa Città di Salerno s’identifica sempre più come città della famiglia.
Stamane si è concluso l’ultimo tavolo tecnico per stabilire i criteri per l’assegnazione della Family Card. Presso l’ufficio delle Politiche Sociali del Comune di Salerno alla presenza dell’Assessore alle Politiche Sociali, Nino Savastano, del Dirigente dell’Ufficio Tommaso Esposito, e del Vice Presidente della Commissione Consiliare alle politiche sociali, Luigi
Bernabò si sono ritrovati il Presidente del Forum delle Associazioni Familiari di Salerno Gerardo Falcone, il Presidente Provinciale delle Acli Gianluca Mastrovito, il delegato Provinciale dell’Associazione Famiglie numerose, Vincenzo Lomonaco, il Presidente Regionale dell’Associazione Genitori Scuole Cattoliche, Laura Marmai, il Presidente Regionale del Movimento Cristiano Lavoratori, Mariarosaria Pilla, il Direttore diocesano di Caritas, Don Marco Russo, il responsabile tecnico del progetto Family Card, Paolo Giarletta, e la Responsabile del Centro SiSaf di Salerno Patrizia Stasi.

Nella riunione, sono stati definiti i requisiti operativi, che in questa prima fase delineano i profili delle famiglia salernitane, che potranno fare richiesta della FAMILY CARD. La Card permetterà di usufruire di sconti particolari presso tutte le attività commerciali che hanno aderito all’iniziativa e di usufruire numerosi servizi (prestazioni socio-sanitarie, commerciali, legali, etc.) presso tutti i fornitori e/o professionisti che aderiranno al circuito.
L’iniziativa, nasce dalla condivisa sinergia tra Comune di Salerno e Forum delle Associazioni Familiari della Provincia di Salerno, al fine di promuovere la famiglia come realtà sociale insostituibile e fondante della società.
Il Comune di Salerno, si contraddistingue così a livello nazionale per l’utilizzo del “Quoziente Salerno”, uno strumento di equità familiare, in grado di pesare i carichi familiari tenendo nella giusta considerazione le famiglie con più figli o con figli disabili, o con “carichi particolari” nel nucleo familiare. Presto, il Comune attraverso l’assessorato alle politiche sociali, stesso indicherà i punti presso i quali poter fare richiesta della Card, previa verifica dei requisiti oggettivi.
Il forum, a tal riguardo indicherà, attraverso le ACLI ed MCL proprie strutture operative nelle quali si realizzeranno le procedure di rilascio.

Consulta il progetto Family Card del comune di Salerno